Due giovani scommettono sulla terra e sulla bontà degli agrumi Siciliani

Deliziedisicilia.it Due giovani scommettono sulla terra e sulla bontà degli agrumi Siciliani
Due giovani Siciliani hanno scommesso sulla terra e sulla bontà dei suoi agrumi …

Giuseppe e Roberto Giordano, due fratelli Siciliani di 28 e 20 anni, hanno scelto di dedicarsi all’agricoltura, investendo tempo e risorse nella coltivazione e produzione di agrumi e olio extra vergine di oliva. I due giovani hanno puntato tutto sulla loro terra, in Sicilia.

A differenza di molti coetani che lasciano l’Isola per cercare lavoro altrove, Giuseppe e Roberto sono rimasti in Sicilia per scommettere su quegli agrumeti ed uliveti che da generazioni producono arance, mandarini, limoni, pompelmi e un pregiato olio. Hanno fondato Orangesicily, che da due anni soddisfa i palati di una vasta clientela sparsa, ormai, in tutta Italia. Le arance e gli agrumi di Ribera rappresentano una delle coltivazioni più importanti della Sicilia, grazie ai loro valori nutrizionali e proprietà organolettiche.

La bontà degli agrumi siciliani

Nel giardino di Orangesicily si coltiva la varietà di arancia Washington Navel, famosa per la sua dolcezza e per il suo basso livello di acidità. Ricca di vitamina C è ottima da gustare a tavola, come spremuta, o nella preparazione di diverse ricette. I prodotti vengono raccolti dopo l’ordine per garantire freschezza e genuinità. Ma la qualità del prodotto non basta a far decollare un’azienda agricola. Servono, anche, persone coraggiose. E già, ci vuole coraggio a fare impresa in un settore come quello dell’agricoltura in cui i fattori che possono incidere sulla produzione sono tanti e spesso non controllabili dall’uomo.

Giuseppe e Roberto si sono letteralmente sbracciati e mettono, giorno per giorno, passione e forza di volontà per vincere quella scommessa e dimostrare che “rimanere” in Sicilia non significa accontentarsi bensì, costruire e spiccare il volo senza essere mai partiti.  

Segui BellaSicilia (gruppo Comunicare24 by OndaTV) anche su social
by